prove di suisse

 Di giornate no ultimamente mi trovo ad affrontarne molte. Mi scontro con ciò che non voglio e mi trovo a chiedermi se questa è la vita che voglio o se sto solo perdendo tempo in cose inconcludenti.
La risposta è per lo più funzione delle giornate, degli incontri e degli scontri. Non saprei che dire.

Detto ciò, sono in fase “prove per una Suisse”, di quelle che mangiavo grazie a “la musette”, pasticceria francese in pieno centro storico a L’Aquila. Ne ho già parlato tempo fa in questo post e adesso mi sono messa all’opera. Ho appena scoperto, con sommo piacere, che “la musette” è tornata, nuova apertura in periferia… a giorni andrò ad accertarmene, non temete! è uno di quei dolci che si deve provare almeno una volta nella vita, ve lo garantisco.

Stavolta ho provato con l’impasto della treccia russa, che potete trovare QUI. Il procedimento è lo stesso per quel che rigurada la lievitazione ecc. Ho steso una sfoglia e spalmato il ripieno.
Il ripieno è stato cambiato: ho messo crema pasticcera (2uova di crema) e gocce di cioccolato fondente.
Ho arrotolato la sfoglia con attenzione e tagliato delle rondelle di circa 8 cm, che poi ho adagiato nella teglia da forno ben imburrata e infarinata. Ovviamente le rondelle sono state messe con la parte tagliata rivolta verso l’alto, e in cerchi concentrici, come vedete dalla foto. Essendo la prima volta nn sono stata molto precisa, ma rimedierò… Ho fatto nuovamente lievitare fino a raddoppio e poi infornato a 180°C fino a cottura.
Se gradite e volete abbellire il tutto potete spennellare con un uovo.
La teglia che ho usato è la tortiera fiorella della Guardini e grazie alla sua forma chic che ricorda un fiore, ben si associa a questa tipologia di torta… la riuserò per la prossima prova di suisse! 🙂

RISULTATI. Non sono andata molto vicino alla suisse dei miei ricordi, perchè è un impasto molto briochoso… devo ritentare. Comunque il risultato è stato molto buono: la torta è finita in nemmeno 24 ore! da provare..

4 thoughts on “prove di suisse”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *