“Li Rusciùl” o triglie al pomodoro o triglie in red

“C’hai gli occhi da pesce triglia”…. e se lo state dicendo al vostro uomo c’é da preoccuparsi… a quanto pare! sguardo languido?!…. ma le triglie che ho cucinato l’altra sera non avevano tutto questo sguardo… mmmm…. da triglia! anzi, erano piuttosto apatiche, indifferenti. 

Le triglie-quelle vere– erano molto apprezzate dai Romani… che le offrivano come dono d’amore (alla donna da conquistare) ancora vive, e gliele facevano stramazzare (si dice di un pesce?) davanti agli occhi…. perchè a quanto pare nell’agonia danno sfoggio a una varietà cromatica davvero ammaliante. Diciamo che non erano così delicati e sensisibili i cari antichi Romani.

nb. Da noi, sulla costa teramana, le triglie diventano “li rusciùl”, forse proprio per il loro caratteristico colore. O forse solo per questo. 

Giuro che, se il Finn mi regala una busta di triglie sarà lui a stramazzare! 🙂

Tornando a noi, le triglie sono un alimento sano, leggero, dietetico, alleato contro il colesterolo, e chi più ne ha più ne metta. Insomma, anche se siete a dieta ve le potete permettere! Ma spero che nessuno di voi in questo momento sia a dieta, sinceramente! 🙂


TRIGLIE AL SUGO

Ingredienti (per 4 persone)
1 kg di triglie
una bottiglia di salsa di pomodoro
(homemade se possibile)
prezzemolo
aglio
olio evo
sale, pepe qb
Procedimento. Prima di tutto pulite per bene le triglie. E se magari trovate un pescivendolo che lo può fare al posto vostro approfittatene. Poi in una teglia dai bordi bassi e di grosso diametro mettete gli odori (come dice mia mamma), ossia prezzemolo tritato finemente, l’aglio schiacciato  e un filo d’olio evo. Fate soffriggere un pochino e poi aggiungete la salsa di pomodoro. [Nella versione light non soffriggete: mai e poi mai! mettete il sugo assieme all’olio e agli odori e accendete il gas]. Salate e pepate a vostro piacimento e dopo 10-15 minuti adagiate delicatamente le triglie, una a una, nel sugo in cottura, abbassate la fiamma e fatele cuocere con il coperchio per circa 5-10 minuti, non di più. Importantissimo: non girate mai le triglie! lasciatele in pace, niente mestoli o forchette! Una volta cotte servite le triglie calde, sporzionandole con un cucchiaione da portata, facendo attenzione che le nostre “preziosette” non si rompano tutte. Enjoy!

0 thoughts on ““Li Rusciùl” o triglie al pomodoro o triglie in red”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *