Conserve di peperoni arrosto 2012



Era ovvio che li ri-facessimo. Li facciamo sempre. Io già ve ne avevo parlato QUI.  Ma ne riparlo, visto che è un post sempre seguito e cercato. Le conserve di peperoni arrosto.

 Nella top delle ricerche.

 Chè in alcuni siti hanno delle chiavi di ricerca fighissime… e io invece ho “peperoni+conserve”. Non vale. Voglio le vostre strambe chiavi di ricerca. Sarà che mi sto trasformando nel blog “consigli della stravecchia nonna”. No, commentate e ditemi di no. Vi prego. Ne va della mia autostima.conserve di peperoni 

Detto questo, vi dico solo, in aggiunta, che noi ne abbiamo fatti 35 kg. Che a dirlo così sembrano pochi, ma a farli sono infiniti. Una mezza giornata di lavoro, per 3 persone. 

 Epperò ne vale la pena, perchè poi per un anno (il fattore tempo è importante) ce li avrete in bella vista in cantina e quando la sera tornerete stanchi e senza voglia di accendere il gas vi si accenderà una lampadina: “ ah, possiamo prendere un vasetto di peperoniiiiii!” ( =non dovrò cucinare/pulire/no stress =mi stravacco sul divano= GODURIA!)

CONSERVE DI PEPERONI ARROSTO
 
Ingredienti: 
 Peperoni rossi (belli grandi)
 

Procedimento. Pulite i peperoni per bene con un panno umido e fateli riposare per circa due giorni stesi su un tavolo. Al momento di operare togliete i piccioli e cercate di far uscire tutti i semi. Ora dovrete -come facciamo noi di casa- dividervi in 3 squadre:

1- Il maschio di casa che arrostisce i peperoni a fuoco molto vivo (obbligatoriamente sulla brace) facendo attenzione a non far bruciare i peperoni, ma solo la pellicina esterna che deve risultare carbonizzata. Nerissima.
2- donne, bambini e inesperti che provvederanno a “spellare” il peperone, privandolo della buccia carbonizzata. La parte più divertente a mio avviso!
3- gli espertissimi che “ripasserano” i peperoni gia spellati, aprendoli e torgliendo le ultime pellicine nere e gli ultimi semini. 
 
4- Dopo l’operazione di cui al punto 3) i peperoni vanno messi a scolare negli scolini per un pò e successivamente tagliati a listarelle con cui infine si riempiranno i vasetti.
 
NIENTE CONDIMENTI, NIENTE SALE, NIENTE OLIO, ECC. SOLO PEPERONI!
 
 
Chiudete ora per bene i vasetti con l’aiuto dell’uomo di turno. Ora il meno è fatto!
 
Con questa calura manca il compito più ingrato: farli bollire a bagnomaria. Ovviamente anche questo è appannaggio dello sfortunato maschio di turno. 
5- Mettete i vasetti in un pentolone, copriteli con l’acqua e metteteli sul fuoco. Arrivati ad ebollizione fate stare 10 minuti e togliete dal fuoco. 

 Aspettate che l’acqua si raffreddi e voilà i vasetti son pronti. Potete rimpinguare la vostra dispensa.

NB. al momento della fruizione toglieteli dal vasetto e condite con olio, sale e prezzemolo. Non vi pentirete di tutto il caldo che il vostro uomo ha dovuto soffrire, ve lo assicuro!!!

10 thoughts on “Conserve di peperoni arrosto 2012”

  • Ciao Serena!! NIENTE AFFATTO che il tuo blog sia una raccolta di "consigli della nonna stravecchia", e se anche fosse così allora siamo in buona compagnia: io e mia mamma tra giovedì e ieri pome abbiamo fatto 26 vasetti di giardiniera 🙂 Io adoro queste cose: è l'istinto dello scoiattolo, mettere via cose per l'inverno!!!

  • Ciao Serena anch'io ho fatto i peperoni arrostiti per l'inverno,solo che io li congelo, quindi il lavoro è dimezzato!!!sono veramente buoni e sono una risorsa quando non ho contorno!!1buona domenica Tittina

  • Incredibile! Giusto ieri leggevo il tuo post precedente mentre facevo le mie conserve… Vengo a leggere gli ultimi articoli per curiosità e mi ritrovo questo ^____^

  • Sai quanti ne facciamo io mia madre e mia sorella? Boh !!!!! so solo che l'odore di arrostito invade tutto il vicinato, mischiandosi con quello degli altri!
    E' un momento di condivisione e poi vuoi mettere a Natale, mangiare il lesso del brodo con contorno di peperoni arrostiti conditi con olio nuovo, aglio e prezzemolo??????
    Delicious!
    Evviva settembre e i suoi peperoni. Ciao, Mother.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *