Storia di un primo appuntamento.

“Così ho mandato questa email a 7 dei miei amici, inclusa Sarah, e ho detto: ‘Qualcuno vuol venire a vedere Lost in Translation stasera?’ e subito dopo ho mandato una email ai 6 miei amici, esclusa Sarah, e ho detto:’NON TU.’ —John Green, su come ha chiesto a sua moglie di uscire la prima volta.
Questo post l’ho preso pari pari e tradotto da un blog che mi ispira sempre incredibilmente: Cup of Jo
Questo primo appuntamento mi ha fatto sorridere tutta una serata a ripensarci. Insolito, no?
I primi appuntamenti sono sempre molto strani, sull’orlo dell’abisso del could be, tra il disastro e la gloria, eppure meravigliosi.
 
E il vostro primo appuntamento com’è stato? lo ricordate?

9 thoughts on “Storia di un primo appuntamento.”

  • Bellissimo questo aneddoto! :))
    Anche il mio primo appuntamento è stato insolito: a una cena abbiamo fatto una scommessa che lui ha fatto in modo di vincere… Così oltre a portarmi fuori è riuscito anche a farsi pagare la pizza! 😉

  • Non doveva essere un appuntamento, ma una banale serata con gli amici. E teoricamente era iniziata così, ma poi alla fine abbiamo passato tutta la sera da soli a parlare e ridere come due cretini (Poi si scopri che i suoi amici erano complici dell'accaduto 🙂

  • Il primo appuntamento "vero"? con il mio ex, conosciuto facendogli uno scherzo telefonico per conto di amici comuni. Il primo appuntamento me l'ha chiesto qualche giorno dopo che l'avevo chiamato dal pronto soccorso: non avevo visto una vetrata all'università e c'ho sbattuto contro a velocità sostenuta!!!

  • beh, originale… di certo nn capita a tutte di avere incidenti cosi strambi! 😉 a me è successo: contro una porta chiusa, brancolando nel buio per nn svegliare il parentado! chissa se ero ubriaca…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *