di piume e pavoni…

Da piccola adoravo guardare i pavoni fare la coda. 
Sinceramente non ricordo dove li incontravo, ma di certo, mi piacevano un sacco, così come mi piaceva accarezzare le piume che mia madre teneva in sala. Pare portassero bene. Ne avete mai vista una da vicino? beh, è una meraviglia di colori e geometrie. Che però, badate bene, per essere meravigliosa deve restare attaccata al pavone. 
In America hanno un’insana passione per queste piume, che trovi nei gioielli, tatuate, nei bouquet da sposa e… nei musei. Già, perchè quest’estate visitando il Grounds for sculpture ho incontrato, dopo molto tempo, dei pavoni. 
Liberi di girare nei giardini che in realtà sono un museo a cielo aperto. Credo che dovrò dedicare un post a questo luogo insolito, perchè se vi capitasse di passare da quelle parti (Hamilton, New Jersey) non dovete perdervelo assolutamente. Ha un che di magico
e a voi piacciono i peacocks? conoscete delle leggende su di loro?
Io ho scoperto che il pavone:
–  è simbolo di immortalità, tanto che gli antichi credevano che la carne del pavone non si potesse decomporre dopo la morte
– è famoso per la sua capacita’ di mangiare serpenti velenosi senza procurarsi danno e i colori cangianti delle piume della  coda dipenderebbero dalla capacità di trasformare il veleno dei serpenti in iridescenze solari
– se lo state sognando si tratta di un buon auspicio, un annuncio di prestigio, successo e soddisfazione nel rapporto di coppia o nel lavoro 

5 thoughts on “di piume e pavoni…”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *