Pane semintegrale ai semi di sesamo

Stasera, dopo la sciagura degli ultimi giorni, vi parlo di un successo. Il mio pane.
Vi ho detto che il mio nuovo esserino pasta madre mi da tante soddisfazioni e che lo accudisco come fosse un cucciolo in crescita? In realtà la pasta madre è un pò magica, ma questa è un’altra storia.
Fatto sta che domenica scorsa è uscito il pane più buono da quandpo ho iniziato le mie sperimentazioni, ovvero dal 20 dicembre.
E’ un pane semplice, non aspettatevi cose sofisticate,  e forse per questo è un pane meraviglioso. Pensate che ho pure sbagliato dose e lui è uscito perfetto lo stesso! Vi do gli ingredienti sbagliati…..
PANE SEMINTEGRALE AI SEMI DI SESAMO

Ingredienti:

1 kg di farina di frumento tipo 2 (ho usato quella della Ecor, ottima)
150 g di lievito madre rinfrescato
acqua q.b.
1 cucchiaino di miele
1 cucchiaino di sale
1 manciata di semi di sesamo ( ho usato quelli di Molino Rossetto)

Procedimento

1. impastate il pane la mattina appena svegli. Prendete il lievito madre, aggiungete un pò d’acqua tiepida, il miele,  e sciogliete il lievito con una forchetta. Cominciate ad aggiungere la farina, il sale, i semi di sesamo e gradualmente l’acqua tiepida, finche il composto non sarà omogeneo e non si attaccherà troppo alle mani.
Formate una palla, fate una croce sopra con un coltello affilatissimo e mettete a lievitare nel forno spento.
2. Dopo pranzo prendete la vostra palla e lavoratela ancora un poco, dategli la forma e mettetela di nuovo a lievitare su di un canovaccio infarinato. Prendetene un pezzettino e buttatelo dentro un bicchiere pieno d’acqua: quando questo galleggerà sarà il momento di infornare.
3. Riscaldate il forno a 230°C con un pentolino d’acqua dentro, fare delle incisioni sul pane, cospargere di semi di sesamo e infornare per 15 minuti. Dopo questo tempo abbassate la temperatura a 190°C e continuate la cottura per altri 35 minuti circa (controllate per bene il grado di cottura).
4. A cottura ultimata lasciatelo in forno con la porta aperta e quando il forno si sarà raffreddato ponete il pane a raffreddare su di un tagliere in legno e copritelo con un canovaccio. Questo se nn cominciate a mangiarlo subito eh!
Enjoy!

Sesamo: è uno degli ingredienti forti della medicina tradizionale d’Oriente. E’ un’ottima fonte di calcio: ne contiene quanto i formaggipiu ricchi di calcio. Circa la metà del seme è costituita da grassi prevalentemente monoinsaturi e polinsaturi, che aiutano il sistema circolatorio a funzionare meglio. Ben il 18% è costituito di proteine di eccellente qualità , ricche di amminoacidi essenziali. Contiene inoltre zinco, selenio, fosforo, potassio e magnesio, vitamine A, E , B6: UN VERO INTEGRATORE NATURALE!
(dal libro “prevenire i tumori mangiando con gusto”)

 

…insomma, avrete capito che è iniziata la mia storia d’amore coi semini…. e che ci posso fà!

14 thoughts on “Pane semintegrale ai semi di sesamo”

  • E' favoloso questo pane, rustico al punto giusto e con tanti semini come piace a me. "Giocare" con la pasta madre è tutta un'altra soddisfazione 🙂

  • Ho il lm che bussa da dentro il frigo per essere utilizzato 🙂
    Mi piace il tuo metodo e , semini a parte, che non ho, potrei proovarlo!

    IO ogni tanto mi ricordo di fare il backup, ma non saprei comunque come utilizzarlo dopo!!! 🙂

  • Questa storia d'amore la conosco bene e l'adoro!! 😀 Complimenti stellina!! Stasera cerco di darti qualche dritta sul sito se ci riesco. Intanto ti abbraccio forte, sei mitica!

  • Serena, ho chiesto per aiutarti con il blog, ma niente 🙁 nn ho validi consulenti :((
    il tuo pane è una spettacolo!!
    e i semini li adoro!!!
    baciiiii

  • che bellissimo pane… grazie per la ricetta, presto mi ci metterò anche io e la proverò. sto rimandando ma so che presto lo farò, voglio farlo diventare una tradizione come dici tu 🙂

  • @federica:quanto è vero. Un gioco meraviglioso.
    @loredana: apri la porta del frigo, ma prima di tutto fai il backup!
    @colombina:dai, riprovaci… è tutta questione di fortuna!non sai che disastri che faccio io!
    @finn: *.*
    @ely:grazie cara, troppo buona!
    @chiara:non ti preoccupare…. ne verrò fuori prima o poi…
    @amy:brava amy, rivoluzioniamo il mondo! 😉

  • Serena, vedo che ti stai divertendo anche tu con il lm, volevo chiederti come ti regoli per le pieghe, se usi una tecnica particolare e quanto tempo impiega la pallina di lm in acqua a riaffiorare! 😉

  • Loredana cara, sono ancora un pò inesperta… cmq le pieghe le faccio al secondo impasto cercando di sgonfiare il meno possibile l'impasto. In questo caso però non le ho fatte ed il risultato è stato ottimo davvero. La pallina me la scordo sempre porca miseria.Nella ricetta però l'ho riportata per essere precisi con la ricetta della Lo! 4Ho imparato due cose fondamentali finorA:
    1- Se ti scordi la pallina prova schiacciando con un dito: finche la massa torna alla posizione originale ok, appena non lo fa piu è passato il tempo massimo (di solito 2-3 ore)
    2- INCIDERE il pane per bene perche cosi evapora il vapore e il pane si asciuga per bene. A me per esempio col coltellaccio nn va bene: uso una lametta per fare un bel taglio netto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *