Zuppa di Roveja di castelluccio

La fioritura a Castelluccio è qualcosa di spettacolare. L’ultimo weekend di giugno si tiene sempre la festa della fioritura e io vi consiglio vivamente di andarci, perchè ne rimarrete folgorati. 
Natura, relax, bellezza, l’Italia più bella da toccare e guardare.
E vi garantisco che su quest’altipiano percepirete un tale senso di libertà che quasi riuscirete ad afferrarne il senso profondo


E non dimenticate di tornare a casa con scorte di legumi e tartufi. Una vera delizia.Io faccio scortedilenticchia e fagioli, ma la roveja non potevo esimermi dal provarla.
In pratica un pisello selvatico, ma così buona che… scopritelo da soli!

La Roveja (Pisum arvense) è un legume probabilmente importato in Europa dal Medio Oriente, conosciuto fin dal Neolitico ultimamente è praticamente scomparso dalle nostre produzioni. Assomiglia ad un pisello ed ha il sapore di una fava. In Italia viene coltivato prevalentemente nelle Marche e in Umbria da agricoltori che vogliono diversificare e riscoprire le tradizioni. In cucina viene utilizzato per la preparazione di zuppe o ridotto in farina per la polenta” (grazie Wikipedia)

ZUPPA DI ROVEJA
Ingredienti
(per 4 persone)
200 g roveja

acqua
sedano
aglio
olio evo
Procedimento. Semplice, ma così semplice! Lavare la roveja sotto l’acqua corrente e versarla in una pentola, coprire con abbondante acqua, aggiungere il gambo di sedano a pezzetti, l’aglio e l’olio evo q.b. Far cuocere lentamente per circa 40 minuti, verificare la cottura e servire ben calda, magari accompagnata da piccoli crostini. Enjoy!

 

5 thoughts on “Zuppa di Roveja di castelluccio”

  • e questo post meraviglioso mi era sfuggito!!!
    bellissimo Serena!!!! bello bello!!!!
    castelluccio è un luogo magico! ci sono stata per la prima volta qst anno! nn me lo immaginavo tanto bello!! che pace, che panorami, spero di riuscire a tornare per vedere la fioritura, dicono che è molto in ritardo qst anno, magari riesco a vedere qlc campo fiorito e poi seguirò il tuo consiglio e farò scorta di legumi!

  • Ciao Serena,
    che magnifiche foto! Quando ho letto questo post, finalmente ho pensato di non essere più la sola persona a Roma che conoscesse la roveja! Ti seguo… Grazie!
    Giovanna-Gourmandia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *