GHIACCIO [di Caramella] di Elsa

Come saprete, Elsa ha il potere del Ghiaccio, e ad un certo punto nel film, per scappare da tutti e da se stessa, si costruisce un castello di ghiaccio.
Per la nostra torta da quarantena a tema Frozen castello di Ghiaccio e la mia Polpettina abbiamo creato il GHIACCIO [di Caramella] di Elsa per la decorazione! Easy peasy lemon squeezy non proprio, ma al terzo tentativo coi nostri pochi mezzi ce l’abbiamo fatta! L’idea ovviamente e’ stata presta da pinterest ed in particolare da questo bel sito.

GHIACCIO [di Caramella] di Elsa

GHIACCIO di CARAMELLA di Elsa

Ingredienti
3 e 3/4 di bicchiere di zucchero bianco
1, 5 bicchieri di sciroppo di mais chiaro (o semplice glucosio)
un bicchiere di acqua

Procedimento.
In una pentola piuttosto capiente mettete 3 e 3/4 di bicchiere di zucchero bianco, 1, 5 bicchieri di sciroppo di mais chiaro (light corn syrup) e un bicchiere di acqua. Cominciamo mettendo sul fuoco la pentola a media fiamma, girando bene affinche’ tutto lo zucchero si dissolva.
– Avere un termometro da cucina vi semplifichera’ molto la vita e vi raccomando di comprarlo se non sarete -come me- in quarantena. Infatti, appunto questo e’ il motivo per cui solo al terzo tentativo il ghiaccio e’ andato a buon fine!
Far bollire il mix fino ad arrivare alla temperatura di 150 gradi centigradi, perche’ se non e’ caldo abbastanza non riuscira a solidificarsi successivamente, rimanendo appiccicoso forever. Arrivati a 300 gradi rimuovete la pentola dal fuoco e aggiungete colorante e aromi (se volete).
– Se non avete il termometro suddetto direi che dal bollore dovreste, come ho fatto io, mescolare lo sciroppo per circa 25 minuti, facendo attenzione  a non bruciarlo (come ho fatto io al secondo tentativo).
Io ho aggiunto una puntina di colorante blu in gel e nessun aroma, ma volendo potreste sbizzarrirvi.


A questo punto versate la lava in una teglia coperta da carta forno e vi sembrera’ di avere un grosso pezzo di vetro. Livellate leggermente muovendo piano la teglia e mettetelo a raffreddare a temperatura ambiente o in frigo.
Una volta secco rompetelo subito, la prima volta ho aspettato troppo ed e’ tornato appiccicoso e non si e’ rotto bene. Quindi appena sara’ freddo e non piu’ appiccicoso al tatto rompetelo cercando si criccarlo nei punti giusti per avere delle pareti belle a punta. Ovviamente i pezzi piccoli potrete servirli come caramelle agli invitati, ricreando il vostro piatto pieno di ghiaccio!:)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *